Mastoplastica Additiva con Protesi

Mastoplastica Additiva con Protesi

Intervento che consente di aumentare il volume del seno migliorando al contempo la forma e le dimensioni.
Viene effettuato in molteplici situazioni: il riempimento del seno dopo allattamento o dimagrimento, l’aumento di un seno troppo piccolo o non proporzionato al fisico della paziente, per correggere un’asimmetria di volume esteticamente sgradevole, o per la ricostruzione del seno parzialmente o completamente in seguito ad un intervento demolitivo.

La Mastoplastica Additiva va personalizzata secondo la richiesta della paziente, l’obbiettiva situazione clinica presente, la conformazione fisica della persona, le aspettative psicologiche e relazionali.

La scelta della protesi, tipo, forma e dimensioni, rappresenta il momento decisivo per ottenere un risultato naturale e proporzionato alla figura femminile.
Protesi rotonde o a goccia, altrimenti dette anatomiche, rappresentano le alternative da valutare nella scelta, cosi come la tipologia del materiale della protesi ( gel di silicone piu o meno compatto, poliuretano,) al fine di assicurare un livello ottimale di sicurezza, resistenza e confort, e hanno una garanzia a vita da parte del produttore.

La via di accesso chirurgica può essere intorno all’areola , al fine di consentire il minimo esito cicatriziale, o sotto la piega del seno, nelle pazienti che non vogliono toccare l’areola o richiedano una protesi di volume importante.

Il posizionamento della protesi può avvenire sotto ghiandolare o sotto muscolare, cioè al di sotto della ghiandola muscolare o del muscolo gran pettorale, oppure dual plane, con la parte superiore della protesi inserita sotto il muscolo pettorale, e quella inferiore sotto la ghiandola mammaria.

A completamento della metodica, è possibile utilizzare del tessuto adiposo prelevato da addome o fianchi per rendere il risultato esteticamente più naturale.

L’intervento si effettua in regime di ricovero di una notte o in day surgery, in anestesia locale e sedazione profonda, o in anestesia generale, a seconda delle necessita della paziente.

Viene utilizzato un reggiseno post intervento per 4/6 settimane, al fine di modellare i tessuti e favorire il riassorbimento dell’edema post chirurgico, massaggi per 2/3 mesi della regione mammaria sono consigliabili per prevenire la formazione della capsula periprotesica, cioè della retrazione e indurimento della protesi, quale conseguenza della rezione immunitaria del corpo all’impianto di un corpo estraneo, anche se bio compatibile.

Le protesi sono garantire a vita, anche se è consigliabile una valutazione ecografica ogni 10 anni, ed eventuale sostituzione con nuove protesi laddove le stesse abbiano cambiato di forma, dimensione o siano poco soffici o naturali.

*I risultati possono variare da soggetto a soggetto. Prenotando un check up gratuito, potrai avere un parere medico sull’idoneità dei nostri trattamenti per il tuo caso specifico e un preventivo personalizzato.