Addominoplastica

Addominoplastica

L’addominoplastica è un intervento che tende a modellare la regione addominale, spesso rimuovendo l’eccesso di cute e di tessuto adiposo, ricostruendo la lassita’ della muscolatura, soprattutto legata alla gravidanza.

Ridefinire la muscolatura addominale, ridare tono e definizione all‘addome rappresenta l’obiettivo di questo intervento spesso combinato con la liposcultura ad ultrasuoni vaser, per modellare e scolpire la regione addominale e la porzione alta dell’addome.

Ricreare un ventre piatto, scolpito, che evidenzi la muscolatura, rappresenta il desiderio della paziente o del paziente.
Spesso la lassità dei tessuti cutanei è conseguenza di diete drastiche come nei grandi obesi, o di terapie chirurgiche per l’obesita, come il bendaggio gastrico etc.

Il dimagrimento rapido porta alla perdita di peso ma anche dell‘elasticità della pelle, che non si recupera piu, se non con un intervento di rimozione dell’eccesso di cute lassa addominale, la trasposizione dell’ombelico, e lo scorrimento verso il basso dei tessuti della parte centrale e alta dell’addome, dopo opportuno scollamento.

L‘obiettivo è quello di migliorare l’aspetto della pafrete addominale, ricostruendo la muscolatura, assottigliando il pannicolo adiposo, eliomionado la cute in eccesso.
Soprattutto le donne, dopo la gravidanza, fanno fatica a recuperare un addome piatto e con una forma esteticamente apprezzabile. Se il difetto da correggere è limitato, si interviene con una mini addominoplastica, meno invasiva e con tempi di recupero più rapidi.

L’intervento di addominoplastica prevede un esame accurato dei difetti del corpo , e va mirato sul paziente; a volte una dieta può essere indispensabile, nei casi di obesità grave (bmi superiore a 30) prima dell’addominoplastica.

TECNICA
Anestesia generale e 2 ore almeno di intervento, 1 notte o 2 di ricovero in clinica.

La tecnica prevede un’ampia incisione chirurgica da una spina iliaca all’altra, localizzata a livello dell linea pubica,posizionata in modo da essere nascosta dalla linea dello slip.

Viene inizialmente infiltrata della soluzione di anestestico locale diluita per facilitare un intervento con limitate perdite ematiche.

La liposcultura dei fianchi, della parte alta dell’addome, viene completata prima della chirurgia vera e propria, che consiste nell’asportazione del tessuto in eccesso.

Una guaina contenitiva deve essere indossata per 6 settimane, per favorire l’adesione dei tessuti e contenere l’edema post operatorio.

I punti di sutura sono riassorbibili, riposo per 2 settimane e lenta ripresa dell’attivita lavorativa; l’attività sportiva verra’ ripresa solo a guarigione completata.

Un ciclo di massaggi linfatici drenanti per 4 settimane aiuterà la riduzione del gonfiore post intervento.

*I risultati possono variare da soggetto a soggetto. Prenotando un check up gratuito, potrai avere un parere medico sull’idoneità dei nostri trattamenti per il tuo caso specifico e un preventivo personalizzato.